la scuola di specializzazione > la scuola > La Formazione
cerca
area riservata indirizzo email
password
L'Associazione IPOL

L'associazione Istituto Psicoanalitico di Orientamento Lacaniano (IPOL) è un'associazione senza fini di lucro, nata per iniziativa di un gruppo di psicoanalisti lacaniani continua +

La formazione all’istituto IPOL

L’Istituto IPOL tiene in considerazione entrambi i versanti della formazione che Freud, Lacan, e altri psicoanalisti, considerano indispensabili. Per questo l’Istituto IPOL richiede che i candidati-allievi abbiano avviato un percorso di analisi personale che, pur non facendo parte delle attività di formazione dell’Istituto stesso e rispetto al quale il riferimento è la Scuola Lacaniana di Psicoanalisi dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, costituisce un prerequisito alla formazione di psicoterapeuti di orientamento lacaniano.

L’articolazione di IPOL con la Scuola Lacaniana di Psicoanalisi è pertanto fondamentale affinché la formazione dell’analista sia tenuta costantemente aperta e rilanciata nella sua dimensione etica, così come era nell’intento di Freud e, successivamente, nella Scuola voluta da Lacan.

L’Istituto IPOL si occupa dell’aspetto relativo alla formazione teorica e clinica degli allievi, secondo l’indirizzo metodologico dell’orientamento lacaniano, attraverso un percorso di studi che risponda alla normativa vigente relativa agli standard di formazione degli psicoterapeuti. Il coordinamento degli insegnamenti è assicurato dal Collegio dei Docenti di IPOL.

Ciascun insegnamento segue alcune linee fondamentali, a cui i docenti devono attenersi e di cui l’Istituto si fa garante.

    Queste possono essere così riassunte:
  • Gradualità negli insegnamenti, sia teorici che clinici, per consentire all’allievo di acquisire progressivamente i concetti e gli strumenti indispensabili all’esercizio della psicoterapia. Alla gradualità si accompagna inoltre la ripresa regolare e in maniera sempre più approfondita dei concetti nei diversi insegnamenti e lungo gli anni di corso. Anche la supervisione dei casi clinici tratti dalla pratica del tirocinio prevede dapprima l’acquisizione degli strumenti necessari a cogliere gli elementi diagnostici, di conduzione della cura, di maneggiamento del transfert, di utilizzo delle interpretazioni e successivamente un lavoro mirato alla logica del caso e alla valutazione degli effetti della cura
  • Metodologia di insegnamento che includa la conoscenza delle linee di base di metodi e tecniche diversi dall’orientamento lacaniano, delle nuove scoperte nel campo delle neuroscienze, nonché la verifica e la valutazione dei risultati ottenuti.
  • Modalità di insegnamento che mantenga viva la dimensione della ricerca. Obiettivo fondamentale è suscitare negli allievi il desiderio di approfondimenti teorici e clinici che non si esauriscano nel solo corso di studi ma che portino ad una formazione continua, considerata indispensabile nel campo lacaniano.
  • Programma che renda gli allievi capaci di orientarsi nella diagnosi e nella conduzione di una cura. Obiettivo monitorato con attenzione attraverso gli esami annuali e gli elaborati che gli allievi sono tenuti a produrre al termine di ciascun anno di corso. Tale capacità deve essere dimostrata in particolare con la tesi finale, che, oltre a comporsi di una parte teorica, deve necessariamente riferirsi ad un caso clinico che l’allievo ha seguito nel corso dei tirocini.
  • Valorizzazione dell’articolazione fra la clinica psicoanalitica e gli approcci clinici di altri orientamenti.

Agli insegnamenti dell’Istituto IPOL partecipano numerosi docenti titolari e docenti invitati provenienti da altre scuole psicoanalitiche e psicoterapeutiche e da altre discipline, che forniscono importanti contributi clinici (psicoanalisi secondo l’orientamento classico, psichiatria, criminologia, neuroscienze, psicoterapia sistemica, ecc. ) e teorici che preparano gli allievi alle applicazioni attuali della psicoterapia e della psicoanalisi.

JumpTop